OSO - Ogni Sport Oltre

E’ un’iniziativa promossa da Fondazione Vodafone Italia che ha l’obiettivo di “mettere in rete” tutte le realtà e le persone che si occupano di sport e disabilità - in Italia sono circa 700.000 i giovani con disabilità ma meno del 10% di loro pratica uno sport.

E’ il risultato del lavoro e della collaborazione di tanti sportivi e volontari che hanno creduto nel progetto ed hanno dato il loro contributo per garantirne lo sviluppo. Raccoglie e mette a sistema i contributi di Aziende e Fondazioni che credono nell’importanza di fare rete, per abbattere le barriere economiche, logistiche ed emotive e far diventare lo sport un diritto di tutti.

Gli obiettivi di OSO:

La situazione ed i numeri italiani sono considerati critici, se si pensa all’importanza della disciplina sportiva per favorire l’integrazione sociale, aiutare lo sviluppo fisico e mentale e l’autostima dei giovani.

I principali ostacoli all’evoluzione di questa situazione sono:

Culturale e informativo

  • Paura dell’esposizione dell’handicap e senso di iper-protezione dei genitori
  • Difficoltà ad interagire con l’ambiente, spesso ostile
  • Mancanza di consapevolezza sull’importanza dello sport per superare le barriere fisiche e psicologiche
  • Mancanza di conoscenza delle discipline paraolimpiche e di come/dove approcciarle
  • Costi elevati
    • Ogni protesi sportiva costa migliaia di euro, è unica e va costantemente adeguata al corpo
    • Praticare sport, seguire corsi, avere coach esperti e dedicati richiede un forte impegno
    • Frammentazione e accessibilità
      • 31 federazioni, 11 enti di promozione riconosciuti dal CIP e molte associazioni sul territorio
      • Assenza di una rete strutturata di dialogo tra associazioni e tra sportivi
      • Assenza di una chiara visione di insieme sul fenomeno della disabilità
      • In Italia il numero di impianti accessibili e provvisti delle necessarie attrezzature è esiguo
      • Manca una mappatura organica delle strutture accessibili
      • Mancano istruttori qualificati

OSO – Ogni Sport Oltre è una grande opportunità per diffondere la cultura dello sport nel mondo delle persone con disabilità, anche sulla scia dell’entusiasmo per la presenza di  «nuovi eroi e modelli da seguire» italiani alle Para olimpiadi di Rio 2016, sulla straordinaria fase di ricerca e innovazione tecnologica nella quale ci troviamo e nella quale tutto sembra possibile (3D, virtual reality, narrowband…), e sul cambiamento profondo nelle relazioni sociali e nella digital economy.

La parola chiave di questo progetto, che mette la tecnologia al servizio della disabilità, è integrazione.

  • OSO integra le persone con disabilità e le persone normodotate, sportivi e non sportivi, le loro famiglie, gli amici e tutti quelli interessati a conoscere queste bellissime storie e diventare parte attiva, sostenendo progetti in crowdfunding e aiutando così a realizzare il sogno di nuovi sportivi.
  • OSO integra sulla stessa piattaforma differenti componenti digitali: social network, crowdfunding, geolocalizzazione delle strutture e degli eventi…).
  • OSO integra associazioni di volontariato, federazioni, centri sportivi, eventi e tutto ciò che sul territorio italiano si occupa di sport e disabilità. Diventa dunque una componente fondamentale per ‘fare rete’ .

Fondazione Vodafone ha selezionato inoltre altri quattro progettiper il loro forte impatto di sensibilizzazione verso l’integrazione e la diffusione della pratica sportiva soprattutto verso il mondo dei giovani e delle scuole.

  • Games for Inclusion di A.S.D. Special Olympics Italia Onlus che propone percorsi educativi rivolti alle scuole per studenti con disabilità intellettiva basati sul gioco e l’attività motoria inclusiva differenziata per età e livelli di abilità.
  • Route 22, della A.D.S Progetto 22 che documenterà il viaggio in nord Europa di Andrea Devicenzi e Massimo Spagnoli, entrambi atleti con disabilità, attraverso un documentario che sarà raccontato sulla piattaforma di OSO e attraverso la divulgazione in più di 100 scuole medie e superiori;
  • Obiettivo 3, il progetto promosso da Alex Zanardi per identificare atleti motivati a farsi guidare e allenare per arrivare ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020;
  • Giochi Senza Barriere Roma 2017, organizzato dall’Associazione art4sport ONLUS nata dalla storia di Bebe Vio, per promuovere lo sport paraolimpico e l’integrazione fra bambini disabili e normodotati;

Il progetto vuole avere un respiro triennale.

La piattaforma è fruibile online all’indirizzo: https://ognisportoltre.it anche web responsive oppure via APP OSO - Ogni Sport Oltre

Per prendere visione della piattaforma web è disponibile su You Tube apposito video demo

La piattaforma ha 5 principali voci di menu, raggruppabili in componenti fondamentali:

Il sito di OSO – Ogni Sport Oltre è organizzato in diverse aree

  1. Info/ sharing: news, approfondimenti, esperienze e storie di chi pratica sport – a livello paraolimpico o amatoriale e tutto sulle diverse discipline sportive e sugli argomenti di maggior interesse.
  2. Social Connection: una community aperta a tutti gli interessati, per condividere storie, filmati, esperienze e commentare i racconti degli altri
  3. Crowdfunding: un’area dedicata a sostenere progetti di associazioni non profit per realizzare i sogni di nuovi sportivi.

Partner e co-finanziatori

Main partner del progetto, che hanno aderito con importanti finanziamenti sono:

Fondazione con il Sud e Huawei  Italia. 

Molte sono invece le Aziende sostenitrici, come ad esempio: BIP,  CapGemini, NTTData, Assist Digital, Speedo, Trek e altre.

Loghi partner